L’AB 412 (Agusta Bell 412) è la versione Bell 412 costruita su licenza dalla Agusta-Westland a partire dal 1981. L’AB 412 è un elicottero quadripala (da cui deriva il “4” nella denominazione) e avente due turbine. L’elicottero è in dotazione alle Forze Armate Italiane, in particolare all’Aviazione dell’Esercito, ma anche a Carabinieri, Corpo Forestale dello Stato, Guardia Costeria, Guardia di Finanza e Vigili del Fuoco. Anche altri Stati hanno acquisito questo elicottero (nella versione B-412); tra questi: Botswana, Canada, Emirati Arabi Uniti, Filippine, Finlandia, Honduras, Indonesia, Norvegia, Polonia, Regno Unito, Slovenia, Sri Lanka, Venezuela e Zimbabwe.

ab 412 grifone aviazione esercito
AB 412 dell’Aviazione dell’Esercito

L’AB 412 presenta due posti di pilotaggio (pilota e co-pilota), dotati di relativo doppio comando, che sono accessibili tramite due porte anteriori, mentre il vano posteriore è raggiungibile tramite due portelloni scorrevoli; inoltre l’elicottero è in grado di trasportare fino a 15 militari (dipende dalle configurazioni) o fino a 6 barelle. Se equipaggiate, sono presenti due mitragliatrici MG 42/59 da 7,62 mm montate su un sistema M-23, una per portellone. E’ installabile un sistema antimissile dotato di flares, posizionato sulla coda dell’elicottero.
Il motore a biturbina è un Pratt & Whitney Canada PT6T-6B che genera 1885 shp (shaft horse power) che trasmettono il moto al rotore principale quadripala realizzato in materiale composito (mix di metallo, ceramici e polimeri); il rotore di coda bipala è posizionato su un piano differente dalla trave di coda rendendo più sicuri gli atterraggi.
E’ inoltre presente un carrello d’atterraggio a pattino con sezione tubolare.

caratteristiche ab 412 augusta bell aviazione esercito italiano
Caratteristiche Tecniche B 412. L’AB 412 presenta un motore simile.
Negli anni ‘90 l’Esercito Italiano avviò un programma di automatizzazione di funzioni sul campo di battaglia (programma CATRIN); uno dei sottosistemi di questo programma era il CRESO (Complesso Radar Eliportato Sorveglianza Obiettivi) costituito da un radar per la sorveglianza degli obiettivi di terra montato per test sperimentali su un solo AB 412, il cosidetto EI 453. Il programma, essendo troppo complesso, non fu abbandonato ma vennero portati avanti solo alcuni punti. L’EI 453 fece numerosi test di validazione dei sistemi di bordo, partecipando ad alcune esercitazioni ma non divenne mai operativo e fu accantonato nei primi anni del 2000. Oggi si trova all’aeroporto militare dell’Aviazione dell’Esercito di Viterbo.
ei 453 ab 412 creso catrin
AB 412 denominato EI 453 Creso per via del radar CRESO montato anteriormente al velivolo
aves aviazione ab412
Prima Fast Rope dell’AVES effettuata con AB-412 da Mautone Giampietro.

Equipaggiamento AB 412

L’AB 412 presenta numerosi kit installabili per diverse operazioni.

1.Kit Altoparlanti
L’elicottero può essere dotato di altoparlanti con relativo kit per l’invio di messaggi o segnali sulla zona sorvolata. L’installazione prevede un amplificatore audio da 250 Watt, posto sul lato destro della parte posteriore della cabina, un pannello di controllo, un microfono a mano con prolunga e connettore di collegamento al pannello di comando e un gruppo di altoparlanti fissati sul latto inferiore sinistro della parte anteriore della cabina.

ab 412 altoparlanti installazione amplificatore audio augusta bell
Sistema di Altoparlanti dell’AB 412

2.Kit Pattini da Neve
L’elicottero può essere dotato di due pattini da neve che gli consentono di operare in zone innevate.

3.Kit Lanciarazzi HL19-70
L’AB 412 può essere dotato di due razziere da 19 tubi ciascuna (con razzi MK-40 da 70mm), un pannello di comando, un collimatore (q.v.) ed un intervallatore.
Le razziere sono installate sui supporti universali esterni e possono essere sganciati sia elettricamente sia manualmente. L’intervallatore è installato sotto il pavimento della cabina e controlla automaticamente la saquenza di tiro. Il pannello di comando è installato sulla piantana e incorpora i comandi per l’alimentazione e la scelta della sequenza di tiro. Attualmente questa configurazione non è più adottata poichè l’Aviazione dell’Esercito ha preferito utilizzare velivoli specifici per il supporto (Mangusta AW129).

ab 412 installazione lanciarazzi razziere HL19-70
Installazione Lanciarazzai HL19-70

Nel kit delle razziere, è anche presente un collimatore che comprende numerosi comandi ed indicatori, necessario per l’uso dei lanciarazzi. Il collimatore è, in pratica, il supporto visivio che il pilota necessita per il tiro dei razzi.

collimatore pilota ab 412 augusta bell
Collimatore AB 412.

4.Kit per Lancio Paracadutisti

L’installazione del kit comprende due cavi per l’aggancio dei dispositivi di apertura a strappo del paracadute.

Fonti e Immagini:

Elicotteri in Sicurezza – Agostino Guagenti
https://it.wikipedia.org/wiki/Bell_412

 

Salva

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Solve : *
26 + 5 =


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.